Pulizie: 4 semplici mosse per ottenere ottimi risultati!

 

Per ottenere ottimi risultati nelle pulizie di casa, non servono i lavori forzati.

Una buona organizzazione e qualche utile attrezzo, vi verranno in aiuto!

Ecco i nostri consigli per affrontare le pulizie di casa senza troppe preoccupazioni:

 

1.      la parola d’ordine è organizzazione! Sapere dove tieni tutti gli strumenti necessari, è fondamentale! Prodotti, spugne, guanti, devono essere riposti in un luogo apposito e sistemati in modo che, la volta successiva, siano facilmente accessibili e pronti all’uso! Iniziare un lavoro perdendo tempo nella ricerca di ciò che serve, è faticoso e poco funzionale! Quindi, tutto deve essere al proprio posto e pronto all’uso!

2.      Non tutte le cose possono essere fatte a mano! Alcuni attrezzi, oltre ad esservi d’aiuto, possono essere utili per usare meno prodotti, pulire a fondo e in modo naturale.

3.      Usa pochi prodotti, naturali e buoni! A volte anche delle miscele fatte in casa possono essere molto funzionali, meno inquinanti e più sane!

4.     Come impresa di pulizie, il nostro punto di forza è avere un planning! Sapere che pulizie fare e quando farle, può essere molto utile! Fare tutto in un giorno, è faticoso! Programmate, per esempio, una stanza per volta, oppure in quale giorno fare il bucato e se avete qualcosa di molto particolare o delle pulizie molto approfondite da fare, chiedete il parere ad un’impresa di pulizie!

 

Che la casa sia grande o piccola, non importa! L’organizzazione è fondamentale!

 

Pulizie d’estate: farfalline del cibo addio con un metodo naturale e profumato!!

 

Osservate la vostra cucina e notate delle farfalline beige?

Provate a guardare la vostra dispensa!

Osservate tra pasta, riso, farina e sacchetti vari, sicuramente potrete notare il loro passaggio. Se è così, dovete fare i conti con le farfalline che si sono comodamente adagiate fra il vostro cibo.

Prima cosa da fare, svuotate la dispensa e pulite gli scaffali con acqua tiepida e aceto (meglio bianco). Eliminate tutti i sacchetti già aperti e, già che ci siete, date un’occhiata a quelli chiusi: è arrivata l’estate, i cibi invernali non si mangiano e magari vi è sfuggita una scadenza!

Successivamente, procuratevi dell’olio essenziale di lavanda, imbevete un fazzoletto e adagiatelo tra gli scaffali.

Farà un buonissimo profumo, è naturale e le farfalline, infastidite, staranno alla larga dal vostro cibo!

Ricordate di sigillare sempre bene le confezioni di cibo che aprite, in alternativa, potete usare dei vasi in vetro o scatole di latta, soprattutto per i biscotti! Ne esistono di molto carine ed economiche: conservano perfettamente e danno colore alla vostra dispensa.

Per ogni richiesta e dubbio, siamo a vostra disposizione!

Zero Waste e il nostro mercatino dell’usato: come possono aiutarti a risparmiare!

 

 

 

Lo zero waste (in italiano zero rifiuti), nasce come strategia di gestione dei rifiuti che si propone di gestire e riprogettare la vita dei rifiuti in modo da diminuire la possibilità che vengano inceneriti o gettati nelle discariche. La filosofia sottostante è quella di ridurre la quantità di rifiuti in circolo e promuoverne il riuso.

Nella logica dello zero waste, rientrano anche i mercatini dell’usato in cui lo shopping diventa ad impatto zero perché si rimette in vendita ciò che a qualcuno non serve più e che può essere utile ad altri. Chi acquista, può attingere ad abiti puliti e ben tenuti, ad oggettistica selezionata e mobili utili e confortevoli, a prezzi molto vantaggiosi.

E chi dona, come può risparmiare?

Possono essere diversi gli accorgimenti da tenere in considerazione negli acquisti:

  • teniamo solo ciò che usiamo, il resto possiamo donarlo a chi ha bisogno;
  • quando facciamo shopping, cerchiamo di evitare gli acquisti compulsivi: la maggior parte delle volte, si rischia di acquistare cose che non si mettono o che non piacciono;
  • la qualità può venirci in aiuto: possiamo acquistare meno ma con più qualità! In questo modo, possiamo essere sicuri di avere cose che durano nel tempo e che ci piaceranno sempre;
  • e perché no? Proviamo a buttare un occhio nei mercatini dell’usato! Con un po’ di pazienza, potremmo trovare la nostra occasione a km zero!

Se volte iniziare da noi, il nostro mercatino si trova a Bagnolo Mella, Via Roma! Siamo aperti il mercoledì 9-12 e 15-18; giovedì 15-18 e sabato 9-12!

Chiedeteci pure informazioni, anche attraverso la nostra pagina Facebook!

Pulizie d’estate: zanzariere al top in poche mosse!

 

Le zanzariere sono molto utili per proteggere la nostra casa da insetti sgraditi, ma oltre a mantenere lontani animali di vario genere, diventano spesso un filtro per polvere e scorie esterne. Per questo motivo, è importante occuparsi periodicamente della loro manutenzione e pulizia.

Come possiamo pulire le nostre zanzariere in modo che durino negli anni?

Esistono diverse semplici tecniche, variabili in base al materiale con cui sono state costruite e in base alla loro struttura. In genere si distinguono tra zanzariere rimovibili e fisse.

Iniziamo dalle zanzariere rimovibili, più facili e diffuse perché possono essere tolte a fine stagione. Anche di queste ne esistono vari tipi: vi sono quelle appese con ganci o feltri e quelle inserite nei telai.

Nel caso di zanzariere con ganci, possiamo semplicemente staccarle, passarle sotto un getto di acqua per togliere lo sporco più evidente e pulirle con spugna, acqua calda e sapone di Marsiglia. In alternativa, possiamo metterle in una vaschetta con acqua tiepida.

Lasciate asciugare, togliete eventuali residui rimasti e rimontate.

Nel caso di zanzariere rimovibili con telaio, sarà necessario rimuovere il telaio e se si dispone di uno spazio all’aperto, si potrà comunque fare un primo passaggio con getto di acqua per poi proseguire con la solita miscela di acqua e sapone di Marsiglia.

Per le zanzariere fisse, invece serve più tempo e attenzione per evitare che si rompano durante la pulizia.

Il primo passaggio è passare un panno umido per iniziare a togliere lo sporco più evidente. Negli angoli più difficili da raggiungere, si può proseguire con un pennellino oppure con l’aspirapolvere (magari con una piccola spazzola in fondo).

Tolta la polvere e lo sporco, possiamo proseguire pulendo con spugna, acqua calda e sapone di Marsiglia. Se la finestra dà sulla strada, può essere utile svolgere il lavoro a tapparella abbassata in modo da evitare che cadano residui.

Se vogliamo un lavoro ancora più naturale e comodo, possiamo pensare di pulire il tutto con il getto di vapore prestando attenzione al materiale della zanzariera: se è in plastica, provate su un angolo. Il getto caldo potrebbe rovinarle.

Buon lavoro e se avete difficoltà, chiamateci!

Siamo disponibili per preventivi e sopralluoghi gratuiti!

I successi dei nostri clienti sono i mezzi con i quali misuriamo i nostri

 logo loggetta insieme