Zero Waste e il nostro mercatino dell’usato: come possono aiutarti a risparmiare!

 

 

 

Lo zero waste (in italiano zero rifiuti), nasce come strategia di gestione dei rifiuti che si propone di gestire e riprogettare la vita dei rifiuti in modo da diminuire la possibilità che vengano inceneriti o gettati nelle discariche. La filosofia sottostante è quella di ridurre la quantità di rifiuti in circolo e promuoverne il riuso.

Nella logica dello zero waste, rientrano anche i mercatini dell’usato in cui lo shopping diventa ad impatto zero perché si rimette in vendita ciò che a qualcuno non serve più e che può essere utile ad altri. Chi acquista, può attingere ad abiti puliti e ben tenuti, ad oggettistica selezionata e mobili utili e confortevoli, a prezzi molto vantaggiosi.

E chi dona, come può risparmiare?

Possono essere diversi gli accorgimenti da tenere in considerazione negli acquisti:

  • teniamo solo ciò che usiamo, il resto possiamo donarlo a chi ha bisogno;
  • quando facciamo shopping, cerchiamo di evitare gli acquisti compulsivi: la maggior parte delle volte, si rischia di acquistare cose che non si mettono o che non piacciono;
  • la qualità può venirci in aiuto: possiamo acquistare meno ma con più qualità! In questo modo, possiamo essere sicuri di avere cose che durano nel tempo e che ci piaceranno sempre;
  • e perché no? Proviamo a buttare un occhio nei mercatini dell’usato! Con un po’ di pazienza, potremmo trovare la nostra occasione a km zero!

Se volte iniziare da noi, il nostro mercatino si trova a Bagnolo Mella, Via Roma! Siamo aperti il mercoledì 9-12 e 15-18; giovedì 15-18 e sabato 9-12!

Chiedeteci pure informazioni, anche attraverso la nostra pagina Facebook!

Pulizie d’estate: zanzariere al top in poche mosse!

 

Le zanzariere sono molto utili per proteggere la nostra casa da insetti sgraditi, ma oltre a mantenere lontani animali di vario genere, diventano spesso un filtro per polvere e scorie esterne. Per questo motivo, è importante occuparsi periodicamente della loro manutenzione e pulizia.

Come possiamo pulire le nostre zanzariere in modo che durino negli anni?

Esistono diverse semplici tecniche, variabili in base al materiale con cui sono state costruite e in base alla loro struttura. In genere si distinguono tra zanzariere rimovibili e fisse.

Iniziamo dalle zanzariere rimovibili, più facili e diffuse perché possono essere tolte a fine stagione. Anche di queste ne esistono vari tipi: vi sono quelle appese con ganci o feltri e quelle inserite nei telai.

Nel caso di zanzariere con ganci, possiamo semplicemente staccarle, passarle sotto un getto di acqua per togliere lo sporco più evidente e pulirle con spugna, acqua calda e sapone di Marsiglia. In alternativa, possiamo metterle in una vaschetta con acqua tiepida.

Lasciate asciugare, togliete eventuali residui rimasti e rimontate.

Nel caso di zanzariere rimovibili con telaio, sarà necessario rimuovere il telaio e se si dispone di uno spazio all’aperto, si potrà comunque fare un primo passaggio con getto di acqua per poi proseguire con la solita miscela di acqua e sapone di Marsiglia.

Per le zanzariere fisse, invece serve più tempo e attenzione per evitare che si rompano durante la pulizia.

Il primo passaggio è passare un panno umido per iniziare a togliere lo sporco più evidente. Negli angoli più difficili da raggiungere, si può proseguire con un pennellino oppure con l’aspirapolvere (magari con una piccola spazzola in fondo).

Tolta la polvere e lo sporco, possiamo proseguire pulendo con spugna, acqua calda e sapone di Marsiglia. Se la finestra dà sulla strada, può essere utile svolgere il lavoro a tapparella abbassata in modo da evitare che cadano residui.

Se vogliamo un lavoro ancora più naturale e comodo, possiamo pensare di pulire il tutto con il getto di vapore prestando attenzione al materiale della zanzariera: se è in plastica, provate su un angolo. Il getto caldo potrebbe rovinarle.

Buon lavoro e se avete difficoltà, chiamateci!

Siamo disponibili per preventivi e sopralluoghi gratuiti!

Pulizie d'estate: rimedi naturali per mobili da giardino!

I mobili da giardino in plastica tendono nel tempo ad ingiallirsi e a creare una patina opaca. Polvere, agenti atmosferici e smog, contribuiscono a far sì che questi mobili appaiano usurati dopo poco tempo.

Pulirli è in realtà molto semplice e in poche mosse potrete dare loro un aspetto nuovo e igienizzato!

Per prima cosa, spolverateli per bene prestando attenzione agli angoli. Successivamente, passateli con abbondante acqua (se avete a disposizione una canna dell’acqua, potete risparmiare tempo!).

Per togliere la patina gialla e opaca, preparate una miscela con: acqua tiepida (1 litro) e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio. Se i mobili sono bianchi (o se siete sicuri che non perdano colore) potete anche aggiungere un bicchiere di acqua ossigenata.

Preferite qualcosa di ancora più naturale? Anche per questo c’è un rimedio!

Preparate una miscela con acqua tiepida e aceto bianco! L’aceto è un ottimo detergente e può essere utilizzato in molti casi.

E se poi avete bisogno di aiuto, siamo a vostra disposizone!

Buon lavoro e buon relax!

Pulizie d’estate: terrazze, balconi e ringhiere pronte per le vostre giornate estive!

Dopo il lungo inverno, il nostro dehors ha bisogno di essere sistemato! Prima di camminare scalzi sul vostro balcone, meglio intervenire con un po’ di pulizia.

Ecco allora qualche semplice consiglio per ottenere risultati eccellenti e senza troppa fatica.

Iniziamo dalle ringhiere: prima di tutto prendete un vecchio spazzolino e togliete le incrostazioni più difficili, successivamente togliete la polvere per evitare che si trascini nell’intervento ad umido. Fatto questo, considerate che ogni materiale, necessita di interventi specifici. Se avete ringhiere in ferro, potete pulirle con una soluzione di acqua, aceto e limone, asciugatele per bene e alla fine di passate un panno (o del cotone) imbevuto nell’olio per evitare la ruggine. Con questo ultimo passaggio, le ringhiere in ferro torneranno come nuove!

Se le ringhiere sono in alluminio, preparate una miscela di acqua e sapone di Marsiglia, passatele con un panno e poi asciugatele.

Se le ringhiere sono in cemento, procuratevi una spazzola dura ed immergetelo man mano in una miscela di acqua e bicarbonato. Passate con cura tutti gli angoli e fate asciugare al sole! Saranno come nuove!

Ora che le ringhiere sono sistemate, liberate terrazze e balconi di ogni cosa che non vi serve più! Inutile avere spazi esterni se non potete accedervi. Prima di tutto, controllate che i canali di scolo siano liberi, quindi prendete una spazzola (o uno spazzolone) e iniziate a togliere lo sporco più grosso (soprattutto se gli uccelli sono passati da voi tante volte….). Finita l’acqua, preparate una miscela con acqua e ammoniaca e proseguite il lavoro. L’ultimo passaggio, fatelo con uno straccio, sempre con acqua e ammoniaca.

Fate asciugare al sole e godetevi lo splendore!

Per ogni richiesta o inervento, contattateci!

 

 

 

I successi dei nostri clienti sono i mezzi con i quali misuriamo i nostri

 logo loggetta insieme